-

Ancestry

Kodachrome o ferrotipo ?

Kodachrome o ferrotipo? Le fotografie, siano esse della settimana scorsa o di cento anni fa, sono un autentico tesoro familiare. Tuttavia, se non si è certi di chi sia la persona sorridente (o accigliata) nella foto che è stata trovata, può essere utile almeno identificare il periodo nel quale l'immagine è stata realizzata. Come? Riconoscendo il tipo di foto. Ecco qualche informazione da cui partire.


Dagherrotipi (1839 – 1860)
Prima fotografia “vera e propria”, il dagherrotipo veniva realizzato con una lamina di rame su cui veniva applicato uno strato d'argento, ottenendo una superficie liscia come quella di uno specchio. Vista la loro fragilità, queste foto venivano spesso conservate sotto vetri protettivi e in cornici ornamentali, poi custodite in piccoli cofanetti rivestiti in raso o velluto.


Ferrotipi (1856 – primi del 1900)
La ferrotipia era la forma più diffusa di fotografia durante la Guerra civile americana. Era fatta da una sottile lastra di metallo rivestita con smalto nero, ed era perciò abbastanza resistente da consentire ai soldati di portare in guerra le immagini delle persone care e di inviare le proprie foto a casa senza timore di rovinarle.


Cartoncini fotografici (1866 – 1900)
La maggior parte delle fotografie realizzate alla fine del 1800 appartengono alla categoria dei cartoncini "cabinet". Le foto venivano stampate su una carta sottilissima e quindi montate su cartoncini più spessi. Sul retro di queste immagini, adatte per essere portate nel portafogli, era spesso stampato il nome del fotografo o dello studio fotografico.


Fotografia su cartolina postale (1900 – 1920)
Alla fine del secolo, i fotografi erano ormai in grado di stampare foto in bianco e nero sul retro di cartoline, sulle quali poteva essere applicato un francobollo e che quindi venivano spedite per posta. Lo stile delle cartoline postali è cambiato costantemente nel corso degli anni, e dopo il 1907 il retro della cartolina è stato suddiviso in due aree, una per l'indirizzo di destinazione e l'altra per i messaggi personalizzati.


Istantanea in bianco e nero (1900 – 1960)
Nel 1900, la Kodak cambiò completamente la fotografia, con la diffusione della macchina fotografica Brownie. L'originale consentiva di realizzare foto in bianco e nero di circa 14 centimetri quadrati, poi la Kodak cambiò la dimensione delle immagini in circa 14 x 21 centimetri. Al prezzo di un solo dollaro, e con comandi facili da utilizzare, la fotografia non era più solo per professionisti e finalmente era diventata un passatempo per tutti.


Diapositive (1940 – 1970)
Sebbene alcuni professionisti abbiano realizzato fotografie a colori sin dalla fine del 1800, sviluppare pellicole a colori fu possibile su larga scala solo tra il 1940 e il 1950. Da allora, le diapositive e i proiettori ebbero una grande diffusione, e oggi le fotografie a colori dominano il mercato della fotografia amatoriale.

Newsletter

Scopri nuove funzioni e raccolte di documenti, ricevi consigli da esperti, leggi storie di successo e altro ancora.
Iscrizione

Ancestry-Newsletter

- Maggio 2009
- Gennaio 2009
- Luglio 2008
- Aprile 2008

Iniziare il proprio albero genealogico

Gli alberi genealogici sono il posto ideale per archiviare e organizzare le informazioni trovate.

Clicca qui per iniziare l'albero genealogico.
© 2007-2016 AncestryPrivacyCookieTermini e CondizioniGestito da Ancestry Information Operations Unlimited Company